Il Bastone di Asclepio

Conversazioni su medicina e tecnologia

Il Bastone di Asclepio - Conversazioni su medicina e tecnologia

E il premio per il miglior portale eHealth va a…

Come promesso, il concorso per il miglior portale di telemedicina per i pazienti dello Stato di New York (ne avevamo parlato qui), si è concluso e il 13 maggio scorso e New York eHealth Collaborative ha reso noti i nomi dei vincitori. Come qualcuno ricorderà, il progetto riguarda la realizzazione di un Portale Pazienti grazie al quale i newyorkesi di tutto lo Stato saranno in grado di accedere, in maniera sicura e in qualsiasi momento, a tutti i dati relativi alla propria salute. I finalisti Read more [...]

Telemedicina in Calabria. Oberon entra in orbita

Se n’era parlato a Roma lo scorso febbraio durante la celebrazione della “III giornata degli stati vegetativi”. Oggi il progetto Oberon, che vede coinvolte le cinque ASP calabresi con a capo l’ASP di Crotone e l’Istituto Sant’Anna, è una realtà operativa presentata nel corso di una conferenza stampa che ha avuto luogo lo scorso 10 maggio. Oberon è dedicato alla sperimentazione gestionale per l’assistenza di pazienti cronici in stato vegetativo e in stato di minima coscienza e Read more [...]

Osservatorio ICT in Sanità del PoliMi. Niente di nuovo dal fronte?

Il 7 maggio scorso sono stati presentati i risultati della ricerca 2013 dell’Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano. E - sorpresa, sorpresa - i dati vedono la sanità italiana spendere sempre meno e sempre peggio per l’innovazione legata all’introduzione di tecnologie digitali. Nel 2012 la spesa ICT per la Sanità è scesa a 1,23 miliardi di Euro; vale a dire 21 euro per abitante - oltre la metà di quanto si spende in Francia e in Gran Bretagna Read more [...]

Telemedicina a Lanusei

Nel corso della nostra continua ricerca di progetti di telemedicina in atto nel nostro Paese, ci siamo imbattuti in una iniziativa interessante sviluppata in Sardegna, a Lanusei in particolare. Questi gli ingredienti essenziali della ricetta messa a punto dal Gruppo L.I.A. (Laboratori di Informatica Applicata) in collaborazione con l’Università Campus Biomedico di Roma e la Società Evolvo srl per la ASL n. 4 di Lanusei in Sardegna: -un paziente e il suo medico - sensori in grado di acquisire Read more [...]

Telepresenza in Traumatologia. I risultati di uno studio del Lehman Injury Research Center

Vi segnaliamo oggi uno studio che conferma l’utilità e l’opportunità della telepresenza da remoto di un traumatologo nei casi di disastri naturali o provocati dall’uomo. Pubblicato sul numero di Aprile 2013 di Telemedicine and e-Health, lo studio è stato realizzato dai ricercatori del Lehman Injury Research Center dell’Università di Miami, Divisione Traumi e Cure Chirurgiche. I dati sono stati raccolti nel corso di 114 consulenze in telepresenza effettuate in un periodo di 16 Read more [...]

TEDMED: da Washington a Bologna per l’innovazione in medicina

"Diffondere idee". È questa, in breve, la missione che TED si propone di mettere in atto dall’anno della sua fondazione: il 1984 (già, chi l’avrebbe detto che sono quasi 30 anni?). Agli inizi si trattava di una semplice conferenza con l’obiettivo di riunire i rappresentanti più prestigiosi di tre universi confluenti: tecnologia, divertimento e design (Technology, Entertainment, Design, da qui l'acronimo, nel caso ve lo steste chiedendo). Da allora, TED ha allargato di molto gli Read more [...]

Un’ora preziosa. Con la telemedicina in Oregon migliorati del 40% i tempi di intervento sui casi di ictus

Gli anglosassoni la chiamano “the golden hour”, letteralmente l’ora d’oro. Sono quegli iniziali sessanta minuti successivi ai primi sintomi di ictus avvertiti da un paziente. Sono gli stessi minuti che formano una finestra critica entro la quale somministrare le cure necessarie a minimizzare danni futuri e a prevenire il decesso a causa di ictus. Per quanto questo dato sia universalmente noto, le possibilità di accesso immediato a cure d’emergenza non sono così numerose come Read more [...]

iHealth: la salute nelle mani dei pazienti?

Erano gli ultimi spiccioli del 2006 quando Time Magazine diede alle stampe una copertina destinata a diventare celebre e a fare in fretta il giro del mondo. Avrebbe dovuto essere l’ormai consueta copertina di fine anno dedicata al personaggio più importante di un anno ormai al termine ma invece di una persona Time Magazine decise di dedicare la copertina alla sagoma di un PC (di un MAC, ad essere precisi) con un monitor simile alla schermata di YouTube, capace di riflettere l’immagine di chi Read more [...]

In Puglia si sperimenta la Sanità “ubiqua”

Si chiama UbiCare il progetto recentemente finanziato dalla Regione Puglia per mettere a punto e sperimentare sul campo una piattaforma tecnologica che consenta di realizzare un modello in grado di mettere in comunicazione tutti gli attori coinvolti (pazienti, familiari, specialisti, medici di base, personale infermieristico specialistico) per il monitoraggio a distanza del paziente, per il supporto alle decisioni, per la gestione della conoscenza e per l’integrazione delle cartelle cliniche esistenti. UbiCare Read more [...]

Dallo “scivolone” dell’Italia alla banda larga “autogestita” dello Iowa Health System. Quando si dice “l’importanza della banda larga”

I dati OCSE sulle linee a banda larga, aggiornati al giugno dello scorso anno, non sono incoraggianti per l’Italia che scivola al 26° posto attestando ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto indietro siamo in termini di diffusione della banda larga rispetto a molte altre economie mondiali. L’Italia paga soprattutto l’assenza di tecnologie alternative alla DSL, cavo e fibra in primo luogo. Per completezza d’informazione, è anche vero che risultiamo al settimo posto Read more [...]