Il Bastone di Asclepio

Conversazioni su medicina e tecnologia

Il Bastone di Asclepio - Conversazioni su medicina e tecnologia

Italia sul podio per l’innovazione in telemedicina

Dal 2012 TICBioMed, con il sostegno della Health and Wellbeing Unit (DG Connect Commissione Europea) organizza il concorso EU SME eHealth volto a premiare le migliori soluzioni per l’eHealth realizzate da piccole e medie imprese europee.

L’obiettivo dell’iniziativa consiste nel sostenere le piccole e medie imprese dando loro visibilità e opportunità di marketing per attirare clienti, partner e capitali.

Già in occasione della prima edizione del 2012 l’Italia si era distinta grazie ad una “menzione speciale” per le soluzioni innovative con Moltosenso e il loro sistema DiapSense.

Quest’anno la rappresentativa italiana era ancora più ricca.

Tra i finalisti c’erano, infatti, due aziende toscane: la pisana WINMedical, con un sistema di monitoraggio fisiologico wireless, e la senese LiquidWeb con BrainControl, tecnologia assistiva per far comunicare i malati di Sla.

Proprio a quest’ultima è stato conferito il premio riservato alle “Promesse”, una delle due categorie previste dal concorso, create sulla base del fatturato delle diverse aziende (fino ai cinque milioni di euro per i “Campioni” e fino ai cinquecentomila euro per le “Promesse”).

La cerimonia di premiazione si è svolta il 13 maggio a Dublino, all’interno della eHealth Week.

Lasciamo da parte WINMedical, di cui parleremo più avanti.

Oggi è corretto che l’attenzione sia tutta per il vincitore.

LiquidWeb logo 2Liquidweb è una delle aziende di ricerca biomedica incubate presso il Parco Scientifico della Fondazione Toscana Life Sciences, ente no-profit creato nel 2005, dedicato al supporto delle attività di ricerca nel campo delle scienze della vita e, in particolare, al sostegno dello sviluppo di progetti dalla ricerca di base all’applicazione industriale.

Fra gli incubati dalla Fondazione, Liquidweb si focalizza sull’Ubiquitous Computing, sui Mobile Services e sulle tecnologie di Virtual Workspace e offre consulenza e soluzioni in alcune aree specifiche: sviluppo di applicazioni per il mobile, progettazione di smart environment, tecnologie pervasive e internet of things, comunicazione unificata e collaborazione online.

BrainControl, il progetto vincitore del premio, è una interfaccia che consente a chi è affetto da patologie come tetraplegia, Sclerosi Laterale Amiotrofica, Sclerosi multipla e distrofie muscolari di varia natura, di interagire e comunicare controllando mediante il pensiero tecnologie di tipo assistivo.
In pratica, ai pazienti affetti da malattie che li hanno paralizzati completamente o in parte, ma che ancora conservano le capacità intellettive, BrainControl offre la possibilità di comunicare sentimenti e bisogni, muovere la sedia a rotelle, accendere e spegnere le luci, aprire o chiudere porte e finestre, interagire con amici e parenti.

Nella nota di Liquidweb, si legge che BrainControl è già proposta ai pazienti locked-in in stadio avanzato di Sclerosi Laterale Amiotrofica o in coma apparente non in grado di utilizzare altre tecnologie assistive disponibili sul mercato come i dispositivi di eye-tracking.

In questa versione sono disponibili le funzionalità di un comunicatore per la sintesi di messaggi predefiniti mentre le versioni future implementeranno le funzionalità avanzate di comunicazione, intrattenimento (tastiera virtuale, text-to-speech, navigazione web, interazione via sms, social network, email, web radio), domotica (luci, allarmi, temperatura e altro) e il controllo di una sedia a rotelle. Inoltre, la prossima release consentirà l’interazione avanzata, in grado di sfruttare fino a 12 pensieri di movimento.

A quanto pare, il futuro ha già ricevuto un importante premio.

Sarà interessante seguire l’evolversi del progetto e l’attenzione che l’Italia riserverà a una azienda che ha appena ricevuto un importante riconoscimento a livello europeo.

Print Friendly
Category: Telemedicina

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*


*